Rischio commerciale, mancati pagamenti, protesti e fallimenti

I protesti e pertanto il rischio commerciale sono in continuo aumento, ciò è sicuramente dovuto al perenne stato di difficoltà delle imprese, alla crisi economica che sta portando aziende, che prima erano solvibili, ad una sempre maggiore carenza di liquidità.

Ad ogni buon conto anche il numero dei fallimenti, come conseguenza più o meno diretta della crisi finanziaria, ha ripreso a crescere. Sono decine ogni giorno le aziende che, in Italia, dichiarano fallimento. La crisi miete vittime nell’economia reale, giorno dopo giorno. Nel primo trimestre 2014, la regione italiana più colpita dai fallimenti è stata la Lombardia con 833 casi ed un’incidenza sul totale nazionale pari al 22,6%. Seguono, tra le regioni con più alto numero di fallimenti, Lazio (395 casi), Campania (326 casi), Toscana (305 casi), Veneto (302 casi), ed Emilia Romagna (277 casi).

E’ risaputo che tra i primi segni di crisi ed una effettiva dichiarazione di fallimento solitamente passa non poco tempo, ecco perchè diventa primario e fondamentale, per l’imprenditore accorto ed oculato, cogliere quanto prima gli indicatori di difficoltà; considerato che una volta coinvolti in un fallimento la durata della procedura, pluriannuale, le ingenti spese legali da sostenere, fanno sì che ciò che è possibile recuperare è, in genere, minimale per chi deve recuperare un credito.

Ora, le PMI si trovano a fare i conti con fenomeni che mettono seriamente a rischio l’attività e che possono arrivare a minare la sopravvivenza stessa dell’azienda. Rischi che certamente si accentuano in periodi di crisi economico – finanziaria, come quella che si abbatte sui nostri mercati da anni, ormai.

Il ritardo nei pagamenti o i mancati pagamenti si stimano in milioni di euro, sono cifre importanti che sovente mettono in ginocchio, soprattutto le piccole realtà. In Italia, la Pubblica Amministrazione paga con tempi talmente lunghi da poter mettere seriamente in difficoltà le aziende che lavorano per essa.

Il mercato, i tempi di pagamento, il rischio di insolvenza, sono elementi da ben valutare che non possono essere ignorati, tanto più oggi. L’Agenzia Investigativa EUROPOL, sezione informazioni economiche per le aziende, ha sistemi di indagine precisi e ben calibrati sulle esigenze aziendali, tali da poter essere un valido supporto al fine di comprendere per tempo quali siano i primi segnali di insolvenza di un cliente.

Affidati alle informazioni economiche dell’Agenzia Investigativa Europol Srl per metterti al sicuro! Da oggi puoi accedere alle principali informazioni commerciali anche on-line, senza abbonamenti: clicca qui e approfondisci.

Info line e preventivi: 0532206836- 3405769116 oppure scrivici clicca qui.

Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id:

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]