Questo Sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del Sito e cookie che rientrano nella responsabilità di terze parti.

Cliccando su CHIUDI o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso ai cookie di terze parti clicca su maggiori informazioni.

Uso ed abuso della Legge 104/92


0

Replies

Uso ed abuso della Legge 104/92

legge 104

Uso ed abuso della Legge 104/92

PER INDAGINI SU ABUSO LEGGE 104/92, CHIAMA ORA: 340 5769116

Legge 104/92: ma quante volte il lavoratore ne abusa? Molte volte, secondo l'esperienza dei nostri investigatori autorizzati ad effettuare i controlli sull'abuso della legge 104/92. Cerchiamo di capire bene il modo di utilizzare correttamente la legge 104/92 e quali sono invece i comportamenti scorretti.

USO IMPROPRIO DELLA LEGGE 104/92: I CASI

Chiunque fruisca dei benefici previsti dalla Legge 104/92 non può non sapere a chi spettano e le modalità di utilizzo dei permessi, pertanto non può non sapere che non è consentito, nè tollerato, l'abuso dei permessi ex lege 104/92 tanto che chi ne abusa commette, tra gli altri, il reato di truffa.

Se è vero, infatti, che nobili sono i principi che vedono la Legge 104/92 tutelare “l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità”, è altrettanto vero che molti (troppi) sono i dipendenti che si avvalgono dei permessi ex lege 104, anzichè per dedicarsi al familiare handicappato, per allungare le ferie, per un week end in montagna, per andare due o tre giorni al mare, per allenarsi in prospettiva della maratona della prossima estate, per partecipare a gare di tango, per tagliare la legna, per andare dall'estetista, per andare dal parrucchiere, per andare al mercato, per zappare l'orto, per potare gli alberi del giardino, per vendere i giornali nell'edicola di famiglia o addirittura per fare un secondo lavoro in nero, al di fuori di ogni norma di legge juslavorativa. C'è sempre chi fa un uso distorto dei permessi Legge 104, tanto che sono aumentati vertiginosamente i ricorsi all'ausilio di un'agenzia investigativa da parte dei datori di lavoro per raccogliere le prove di ogni uso difforme dei permessi richiesti dai dipendenti ai sensi della Legge 104 e finalizzati all'assistenza di un congiunto disabile. Questo è ciò che la nostra esperienza di investigatori autorizzati ci permette di dire e di conoscere.

ABUSO DELLA LEGGE 104/92. LE CONSEGUENZE: IL LICENZIAMENTO

Bisogna, fra l'altro, ricordarsi che è legittimo il licenziamento anche nei confronti di chi utilizzi parzialmente il permesso 104/92 per l'assistenza e sfrutti la parte restante per motivi personali diversi da quelli previsti dal permesso legge 104.
Al datore di lavoro, inoltre, è consentito ricorrere ad un detective privato per far pedinare il dipendente e verificare come vengano utilizzati i permessi ottenuti grazie alla legge 104/92. La testimonianza giurata dell'investigatore privato che ha condotto personalmente le indagini, a conferma di quanto redatto nella relazione investigativa, costituisce una prova valida in giudizio per avvalorare il licenziamento per giusta causa del dipendente infedele.

Ogni qualvolta il dipendente subordinato in permesso legge 104 non si dedichi all'assistenza del familiare disabile, integra l'ipotesi dell'abuso della legge 104, ledendo il rapporto con il proprio datore di lavoro, e percependo ingiustamente non solo il trattamento economico, ma altresì l'indennità da parte dell'Ente Previdenziale, sviandone l'intervento assistenziale.

LEGGE 104/92: I CONTROLLI CONTRO I LAVORATORI DISONESTI, IL RUOLO DI EUROPOL INVESTIGAZIONI

I pedinamenti, se effettuati da investigatori privati in possesso di regolare Licenza di Pubblica Sicurezza, non violano nè la Legge sulla Privacy, nè lo Statuto dei Lavoratori e sono consentiti a tutela del patrimonio aziendale.

Se utilizzati con responsabilità, i permessi d'assentarsi dal lavoro, concessi dalla Legge 104, rappresentano uno strumento di grande conquista sociale. In Italia, riferisce l'INPS, nel 2013 erano 376.147 i lavoratori ad usufruirne, in particolare nel settore pubblico e sono in continuo aumento.

Le piaghe sociali dell'assenteismo e dell'abuso della legge 104 vengono quotidianamente contrastati dai controlli effettuati dagli investigatori privati incaricati dai datori di lavoro e le prove raccolte sono indispensabili ai fini di un licenziamento per giusta causa.
Ma chi abusa dei permessi della Legge 104/92 commette il reato di truffa, ed è perseguibile d'ufficio.

Diversi sono i casi in cui gli investigatori privati di EUROPOL, anche quest'anno, grazie alle investigazioni esperite nel massimo rigore dalla legge consentito, hanno raccolto prove inconfutabili di assenteismo ed abuso legge 104, riuscendo così a coadiuvare il datore di lavoro nel licenziamento del dipendente infedele.

Diverse sono ormai le sentenze della Cassazione che hanno riconosciuto alle indagini degli investigatori privati, finalizzate a controllare la corretta fruizione dei permessi ex lege 104/92, la validità legale.

L'Agenzia investigativa EUROPOL è in grado di operare in tutta Italia, senza limitazioni territoriali di sorta, e svolgere accertamenti sull'uso della Legge 104 da parte dei dipendenti. EUROPOL investigazioni, dopo le indagini esperite, redige un dossier investigativo, noto anche come relazione investigativa, utilizzabile in giudizio ed utile ai fini del licenziamento per giusta causa del dipendente truffatore (chi abusa della Legge 104 è un truffatore!)
Per maggiori informazioni, per consulenza investigativa o per un preventivo gratuito, contattaci telefonando al numero 0532 206836 oppure 340 5769116, se preferisci scriverci compila il modulo cliccando qui, sarai richiamato il prima possibile.

www.europolinvestigazioni.com

L'Agenzia Investigativa EUROPOL è operativa in ogni Comune delle seguenti provincie:
Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta Andria Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna
Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L'Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa Carrara Matera Medio Campidano Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano Cusio Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l'articolo di interesse.
È vietato che l'intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l'indicazione della fonte e l'inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l'articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l'indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL - Titolo -Uso ed abuso della Legge 104/92-, in www.europolinvestigazioni.com

Condividi il tuo pensiero  



Altre informazioni?

informazioni