Pignoramento del conto, vale il credito esistente alla data di dichiarazione del terzo

PIGNORAMENTO DEL CONTO CORRENTE

VALE IL CREDITO ESISTENTE ALLA DATA DI DICHIARAZIONE DEL TERZO

INFO LINE 340 576 91 16

INFO LINE PIGNORAMENTO CONTO CORRENTE DEBITORE: CLICCA

Pignoramento del conto:  in ambito di pignoramento del conto corrente di un debitore, la Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21081/2015, offre un chiarimento in merito a quale data rilevi, in caso di pignoramento di conto corrente, per la determinazione dell’ammontare delle somme pignorabili.

Nel pignoramento del conto corrente, il credito assoggettato a pignoramento è quello esistente alla data della dichiarazione positiva resa dal terzo, ovvero, in caso di dichiarazione negativa e di instaurazione del giudizio volto all’accertamento del suo obbligo, al momento in cui la sentenza pronunciata ne accerta l’esistenza. Non rileva il fatto che il credito al momento della notificazione di pignoramento non esista e l’inesistenza del credito, in quel momento, non determina la nullità del processo esecutivo.

In caso di incremento di credito sopravvenuto al pignoramento del conto corrente, non rileva l’importo del credito esistente alla data della notificazione del pignoramento, ma l’importo del credito esistente alla data della dichiarazione del terzo ovvero l’importo eventualmente incrementatosi sino alla data dell’udienza ex art. 546 c.p.c., che nel testo dopo la modifica del D.L. 35/05, convertito nella Legge 80/05, rende operanti gli obblighi di custodia del terzo pignorato, nei limiti dell’importo precettato aumentato della metà.

Secondo la Suprema Corte, a rilevare per stabilire se nel conto vi sono o meno somme da pignorare non è la data di notifica dell’atto di pignoramento, ma il momento in cui il terzo pignorato, la banca, dichiara al creditore se sul c/c vi sono somme o meno.

Nel caso in cui dette somme vengano depositate sul conto corrente dopo la notifica di pignoramento, ma prima della dichiarazione del terzo pignorato, sono vincolate e soggette al pignoramento, tanto da essere assegnate dal giudice dell’esecuzione al creditore.

L’Agenzia di Informazioni Commerciali per recupero crediti EUROPOL investigazioni supporta da sempre i creditori nell’individuazione dei conti correnti intestati o cointestati al debitore, al fine di un pignoramento presso terzi. Con le indagini di Europol Investigazioni sarà possibile sia effettuare sia il pignoramento conto corrente aziendale, sia il pignoramento conto corrente postale, sia il pignoramento conto corrente da privato.

Per preventivi per pignorare i conti correnti dei tuoi debitori, clicca qui o chiama i numeri 0532 20 68 36 – 340 576 91 16

Di seguito i punti salienti della sentenza in esame:

Omissis… Giova qui ribadire che nell’espropriazione forzata presso terzi, il credito assoggettato al pignoramento dev’essere esistente al momento della dichiarazione positiva resa dal terzo, ovvero, per il caso di dichiarazione negativa e di instaurazione del giudizio volto all’accertamento del suo obbligo, al momento in cui la sentenza pronunciata in tale giudizio ne accerta l’esistenza, restando invece irrilevante che il credito non esista al momento della notificazione del pignoramento e dovendosi escludere che l’inesistenza del credito in quel momento possa determinare una nullità del processo esecutivo (così Cass. n. 15615/05). Corollario di questo principio è che, in caso di incremento del credito sopravvenuto al pignoramento (come nell’ipotesi di rimesse effettuate dal correntista, qualora siano pignorate somme depositate in conto corrente), non rileva l’importo del credito esistente alla data della notificazione del pignoramento bensì l’importo del credito esistente alla data della dichiarazione del terzo ovvero l’importo eventualmente
incrementatosi fino all’udienza ex art. 543 cod. proc. civ. Va infatti sottolineato che l’art. 546 cod. proc. civ., nel testo risultante dalla modifica apportata col d.l. n. 35 del 2005, convertito nella legge n. 80 del 2005, rende operanti gli obblighi di custodia del terzo pignorato nei limiti dell’importo precettato aumentato della metà.
Pertanto, gli atti dispositivi del terzo posti in essere in danno dei creditori dopo il pignoramento sono, per legge inopponibili (cfr., tra le altre, Cass. n. 7863/11), con la conseguenza che,  se il terzo effettua la prestazione in favore del debitore esecutato dopo il pignoramento, non si libera dall’obbligazione, né rilevano altre cause estintive sopravvenute al pignoramento (arg. ex art. 2917 cod. civ.), anche se estinguano il credito soltanto in parte.
Per contro, poiché il vincolo di indisponibilità si estende fino all’importo precettato aumentato della metà, il giudice dell’esecuzione ben può assegnare entro questo limite ed il terzo assume un obbligo di custodia, non solo rispetto a quanto è obbligato a pagare al suo creditore al momento della notificazione del pignoramento o al momento della dichiarazione positiva, ma anche rispetto a quanto sarà obbligato a pagare nel corso del rapporto, fino al limite fissato dall’art. 546 cod. proc. civ… Omissis...”

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL – Titolo –Pignoramento del conto, vale il credito esistente alla data di dichiarazione del terzo-, in www.europolinvestigazioni.com

Europol investigazioni aziendali

Info line. clicca e chiama!

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Not Found"]