Pace fiscale: un’ipotesi possibile?

PACE FISCALE: UN’IPOTESI POSSIBILE?

Pace fiscale. Quale potrebbe essere la miglior pace fiscale per salvare i contribuenti italiani.

Articolo a cura di Europol Investigazioni, società specializzata in business informations

Certo è che per cercare di risolvere il disastroso impatto economico dovuto al Covid-19 bisognerebbe attuare un meccanismo nuovo, una specie di enorme transazione e non solo una semplice pace fiscale.

Si pensa che le due componenti della cosiddetta pace fiscale, ovvero la rottamazione ed il saldo e stralcio, potrebbero non essere idonee a questo momento storico, perché:
1. gli ormai famosi 50 milioni di cartelle di pagamento ed avvisi non possono essere condonati, perché non sono ancora stati emessi e quindi non verrebbero intercettati da questo procedimento;
2. il bassissimo tetto ISEE a 20.000 Euro comporta adesioni limitate perché considerato poco inclusivo, quindi nonostante il saldo e stralcio in questo momento sia molto pubblicizzato, va però ricordato che come metodo si è rivelato meno performante del previsto.

Da specificare poi che l’ISEE per accedere al saldo e stralcio dovrebbe essere presentato sulla base reddituale del 2019 – annualità pre-Covid – con valori che si discosterebbero molto dai redditi presunti del 2020 -annualità in piena crisi Covid -.

La maggior parte dei contribuenti si ritroverà con un reddito ben diverso rispetto a quello dell’anno precedente.

Inoltre, osservando anche dal punto di vista dei pagamenti, i tempi brevi previsti dai piani rate della originaria pace fiscale, risulterebbero non idonei per la mancanza di liquidità di molti contribuenti.

Sarebbe auspicabile utilizzare un nuovo modello di pace fiscale ovvero prendere in considerazione una transazione fiscale che possa includere tutta la posizione debitoria dei contribuenti, compresi gli atti ancora da emettere ed i ratei in scadenza della precedente pace fiscale.

Questa transazione fiscale dovrebbe essere applicabile anche alle persone giuridiche, che sono state escluse dal saldo e stralcio originario e dovrebbe prevedere una rateizzazione almeno di dieci anni a partire dal 1 gennaio 2022.

Ecco che così l’importo scontato potrebbe essere costituito da un insieme di quanto previsto dalla rottamazione e dal saldo e stralcio, con possibili decurtazioni progressive anche di parte del debito per redditi medio bassi fino allo stralcio delle sole sanzioni per redditi che superano una determinata soglia da stabilire.

Auspichiamo che ciò sia possibile in un tempo ragionevolmente breve, al fine di non distruggere definitivamente le nostre economie.

 

Europol resta comunque pronta ad intervenire, con i suoi strumenti investigativi e con i suoi servizi di indagini finanziarie on line, a fianco di tutti gli imprenditori, cercando di fare la sua parte per combattare la crisi del millennio, COVID 19.

europol investigazioni esperienza

Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id:

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]