Pignorare il nullatenente

PIGNORARE IL NULLATENENTE

INFO LINE INDAGINI PER PIGNORAMENTO: +393405769116

PIGNORAMENTO: COSA E COME FARLO ALLE PERSONE NULLATENENTI

Pignorare il nullatenente. Chi è il nullatenente?
Il nullatenente, nel linguaggio giuridico/fiscale, è la persona che non è soggetta ad imposte fondiarie e sui fabbricati, quindi una persona che non possiede nessun bene, diversamente da quanto ritroviamo come significato della parola sul vocabolario.

Articolo a cura di Europol Investigazioni, società specializzata in business informations

Ma ci sono nullatenenti reali e nullatenenti fittizi (che non hanno fondi e fabbricati). Come fare un decreto ingiuntivo a disoccupato nullatenente?

Molto spesso i debitori nascondono i loro beni presso terzi per divenire nullatenenti, secondo il linguaggio fiscale, e per sfuggire ai creditori.

Recupero crediti nullatenente. Fideiussore nullatenente. Se un debitore è nullatenente ovvero non ha intestato fondi e/o immobili, Il pignoramento mobiliare ed immobiliare viene bloccato.

PIGNORARE IL NULLATENENTE: COSA SI PUO’ FARE?

C’è anche da dire che essere nullatenente non significa proteggersi completamente dalle azioni di pignoramento, infatti in molti casi dei finti nullatenenti lasciano comunque tracce dello spossessamento dei loro beni. Seguendo queste tracce molto spessso si può riuscire comunque a scoprire dove i debitori nascondono i loro beni.

Nel caso un creditore incappi in un nullatenente (cosa molto frequente ai giorni nostri) cosa deve quindi fare per rientrare in possesso del proprio credito?

Svariate sono le azioni che Europol Investigazioni, sezione indagini per recupero crediti vi consiglia: chiaramente poi l’esito di dette ricerche va sempre sottoposto al vaglio di uno Studio Legale esperto in recupero crediti.

  • • Un’azione revocatoria. Dal momento che il debitore potrebbe aver trasferito i propri beni a parenti ed amici o aver attuato l’alienazione degli immobili al coniuge e ai figli per sottrarsi all’ufficiale giudiziario, è bene recarsi presso la Conservatoria dei beni immobiliari dell’Ufficio del territorio, Agenzia delle Entrate, per richiedere una visura ipotecaria storica. Dalla visura sarà possibile ricostruire tutti i passaggi di proprietà effettuati dal nullatenente e si potranno rilevare le eventuali quote di beni in possesso o possedute dallo stesso. Il creditore, grazie all’azione revocatoria, nel caso in cui il nullatenente avesse fatto una donazione (ad esempio al figlio) negli ultimi 5 anni, potrà rilevarlo dalla visura e far revocare la donazione stessa e pignorare il bene. Se vuoi acquistare questo prodotto online clicca.
  • • Verificare se il debitore è sposato in regime di comunione dei beni. In questo caso il creditore potrà pignorare i beni al coniuge per la quota del 50%. Nel caso in cui il debitore sia separato ma convivente col coniuge si può ipotizzare una separazione simulata che potrà essere impugnata. In ogni caso verificare la sua residenza.
  • • Controllare se il debitore ha beni all’estero pignorabili. Sarà sufficiente controllare la dichiarazione dei redditi per vedere se il debitore ha nascosto soldi in conti correnti presso banche estere. Questo è possibile dal 2012, anno in cui è diventato obbligatorio inserire nella dichiarazione dei redditi anche questa informazione. Tutti questi dati sono rilevabili grazie al libero scambio di informazioni fiscali con i Paesi White List. In questo caso, dopo aver notificato al debitore l’atto di precetto, basterà richiedere al Tribunale l’autorizzazione a consultare l’anagrafe dei rapporti bancari per riscontrare il conto aggredibile. La stessa procedura si potrà attuare anche per verificare se il debitore nullatenente ha soldi depositati in carte prepagate, anch’esse pignorabili.
  • • Accertarsi se il debitore vive in un appartamento in affitto. In questo caso il creditore potrà agire con un pignoramento mobiliare, presumendo che tutti o parte degli oggetti e degli arredi della locazione siano proprietà del debitore e di conseguenza pignorabili.
  • • Sincerarsi che il debitore non abbia fatto rinuncia di eredità per sfuggire al pignoramento. In questo caso la Legge consente di impugnare la rinuncia solo nel caso in cui risulti il motivo per cui il debitore la ha fatta. Spetterà al giudice valutare la correttezza della motivazione alla rinuncia.
  • In ogni caso verificare sempre l’esistenza di conti correnti intestati in Italia, ivi compresi quelli online, le carte prepagate ed i conti postali.
  • Verificare se il debitore ha autovetture, od altri veicoli, intestati, il pignoramento dell’automobile è sempre un discreto strumento coattivo per recuperare i propri beni.
  • Verificare se il debitore possiede polizze assicurative che, in alcuni casi, possono essere pignorate.
  • Verificare se il debitore ha un posto di lavoro retribuito o una pensione. Entrambe si possono pignorare.

In definitiva è necessario effettuare sempre precise e puntuali indagini nei confronti del debitore e, quando questi sia impossidente, interrompere la prescrizione e riprovare in seguito: è raro che un soggetto resti impossidente tutta la vita.

In definitiva Europol Investigazioni mette a disposizione dei suoi clienti il primo e più articolato e-commerce investigativo tramite il quale sarà possibile effettuare ogni tipo di indagine volta alla scoperta di qualunque bene utilmente pignorabile esistente in capo al debitore.

 

INFO LINE INDAGINI PER PIGNORAMENTO: +393405769116

Per approfondire questo argomento naviga nel canale YouTube di Europol Investigazioni

europol investigazioni esperienza

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL – Titolo –Pignorare il nullatenente-, in www.europolinvestigazioni.com

La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la redazione online né Europol S. r. L.. Non prendere mai decisioni fiscali o giuridiche senza prima avere consultato un avvocato od un commercialista esperto nella materia.

Articolo aggiornato al 27 Febbraio 2022

 

Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id:

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]