Assenteismo e tutela aziende datrici di lavoro

ASSENTEISMO E TUTELA AZIENDE DATRICI DI LAVORO

PRONTO INTERVENTO ANTIASSENTEISMO: +393405769116

Assenteismo e tutela aziende datrici di lavoro. Cosa è l’assenteismo? L’assenteismo può essere definito così: “Abitudine di restare assente dal luogo dove il dovere civico e morale imporrebbe di stare.”
Fonte: grande Dizionario HOEPLI

Articolo a cura di Europol Investigazioni, società specializzata in business informations

L’assenteismo è il fenomeno scaturito dalla sistematica assenza di un dipendente dal suo posto di lavoro, durante l’orario lavorativo.

L’assenteismo dei dipendenti, più che un fenomeno in costante crescita, è divenuta una vera e propria piaga sociale, in danno a tutti.

In casi estremi, l’assenteismo può costituire una causa legalmente riconosciuta (giusta causa) di licenziamento.

Le aziende risentono negativamente del fenomeno dell’assenteismo, il quale sovente obbliga il datore di lavoro a modificare i programmi aziendali, ad adottare provvedimenti onerosi per sostituire il dipendente assente o, nell’impossibilità di sostituirlo, a proseguire nella propria attività con una situazione di sotto-dimensionamento. Le assenze eccessive, inoltre, accrescono i costi dell’impresa (indennità di malattia, pagamenti superiori alla norma, calo della produttività, diminuzione della qualità, ecc.) ed incidono negativamente sulla posizione dell’azienda nei confronti della concorrenza.

 

ASSENTEISMO E TUTELA AZIENDE DATRICI DI LAVORO. LAVORATORI ASSENTEISTI: I DANNI ALL’AZIENDA

L’assenteismo ha ripercussioni negative anche sull’economia nazionale, in seguito alla perdita di produttività potenziale, dovuta alla diminuzione della forza lavoro disponibile ed all’aumento dei costi sanitari e previdenziali. Si tratta di danni quantificati in milioni di euro l’anno.

L’assenteismo si traduce in ingenti perdite economiche, ed è suscettibile di creare grave danno economico.

Si veda, ad esempio, il caso di un lavoratore dipendente assente dall’azienda presso cui è assunto, eccependo ragioni quali patologie ed infortuni di fatto inesistenti, il quale continuerebbe a procrastinare il rientro sul posto di lavoro, utilizzando il tempo a sua disposizione lavorando altrove ed al di fuori di ogni regola di legge juslavorativa (lavoro in nero).

Negli ultimi anni sono stati numerosi i casi di cui all’esempio, verificatisi tanto nella Pubblica Amministrazione, quanto nel settore aziendale privato.

ASSENTEISMO E TUTELA AZIENDE DATRICI DI LAVORO: COME EUROPOL PUO’ AIUTARE LE IMPRESE

L’obiettivo che l’Agenzia Investigativa EUROPOL si pone è tutelare le aziende dal fenomeno dell’assenteismo. Si configura come necessario, da parte del datore di lavoro, per tutelare gli interessi aziendali e l’efficace operatività delle risorse umane impiegate, porre in opera corrette strategie, che si traducono, di fatto, anche nell’utilizzo di un servizio di Indagini Aziendali anti Assenteismo.

Lo scopo ultimo di tali indagini antiassenteismo è quello di poter fornire un valido supporto alle imprese, per poter legittimamente licenziare quei dipendenti che, con il loro comportamento scorretto, costituiscono un onere ingiusto e gravoso a danno di tutti. Chiaramente tali indagini andranno poi vagliate da uno Studio Legale esperto in diritto civile.

Si veda il dispositivo dell’art. 2119 c.c. in tema di estinzione del rapporto di lavoro: “Ciascuno dei contraenti può recedere dal contratto prima della scadenza del termine, se il contratto è a tempo determinato, o senza preavviso, se il contratto è a tempo indeterminato, qualora si verifichi una causa che non consenta la prosecuzione, anche provvisoria, del rapporto; tale situazione ricorre quando sono commessi fatti di particolare gravità, anche estranei alla sfera del contratto (es.: gravissimo inadempimento; condanna penale per gravi reati), i quali sono tali da configurare una irrimediabile negazione degli elementi essenziali del rapporto di lavoro e della fiducia che sta alla base di esso“.

E’ bene tenere presente inoltre che “benché non esista un divieto assoluto, per il lavoratore subordinato assente per malattia, di prestare nel frattempo attività lavorativa (anche) in favore di un terzo, tuttavia tale comportamento può assurgere a giustificato motivo di licenziamento, ove se ne possa motivatamente desumere la simulazione della malattia o l’inosservanza del divieto di concorrenza o l’attitudine a pregiudicare o, quanto meno, ritardare la guarigione e, conseguentemente, la ripresa della prestazione lavorativa, con violazione di una obbligazione preparatoria e strumentale rispetto alla corretta esecuzione del contratto” (Cassazione civile sez. lav. 6 giugno 1990 n. 5407).

Al fine di addivenire al licenziamento per giusta causa (legittimo) del dipendente, i datori di lavoro possono rivolgersi ad Agenzie di Intelligence dotate di regolare Licenza Prefettizia ed aduse ad operare nel massimo rispetto delle normative vigenti.

L‘agenzia di Intelligence, dopo aver ricevuto regolare mandato, a fronte di un diritto giuridicamente rilevante, effettua indagini aziendali tali da essere esibite in un eventuale giudizio, anche al fine di un licenziamento per giusta causa.

E’ di primaria importanza che le ricerche effettuate abbiano luogo nel rispetto delle norme che regolamentano la materia e nella più totale conformità, sia della normativa sulla Privacy, che di quella derivante dallo Statuto dei Lavoratori; a tal fine si rivela inopportuno ed altresì illegale l’utilizzo di strumentazioni per intercettazioni ambientali e/o  intercettazioni telefoniche o di apparecchiature di video-ripresa.

Tale attività di indagine antiassenteismo deve essere eseguita con la massima discrezione, da personale specializzato e regolarmente autorizzato, come gli investigatori privati di EUROPOL, agenzia investigativa specializzata in investigazioni antiassenteismo lavoratori dipendenti da oltre vent’anni; conseguentemente diviene possibile ottenere la debita testimonianza giurata innanzi al Tribunale competente, al fine di suffragare giudizialmente l’esito dell’indagine effettuata e dunque di fare avere, al datore di lavoro, un risultato concretamente utilizzabile.

PRONTO INTERVENTO ANTIASSENTEISMO: +393405769116

Europol Investigazioni lavora sull’intero territorio nazionale ed estero, senza nessuna limitazione geografica, ed allo stesso costo in tutta Italia.

europol investigazioni esperienza

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL – Titolo –Assenteismo e tutela aziende datrici di lavoro-, in www.europolinvestigazioni.com

Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id:

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]