Pignoramento del nullatenente

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE INFO LINE: +393405769116

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE. SONO NULLATENENTE: COSA MI POSSONO PIGNORARE?

Europol Investigazioni, società specializzata nell’erogazione di servizi per la tutela del credito, vi spiega come, a volte, anche i nullatenenti riescono a subire pignoramenti ed atti esecutivi.

Molti nullatenenti (dopo avere usufruito del danaro altrui), fanno questo ragionamento: “non posseggo nulla, quindi non mi possono pignorare nulla” Ma è veramente così?

Articolo a cura di Europol Investigazioni, società specializzata in business informations

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE: LA TIPOLOGIA DEL CREDITORE

Necessariamente bisogna fare delle distinzioni.

Innanzi tutto si deve capire se il debito è con privati come fornitori, banche, padrone di casa o se il debito è con l’Agenzia delle Entrate.

Se pensiamo da un lato che l’ente di riscossione non necessita dell’approvazione di un giudice per un pignoramento, dall’altro ha molti più limiti, tanto che possono considerarsi fuori pericolo anche i cittadini nullatenenti, se proprietari di prima casa, di fronte a determinati requisiti.

In linea di massima, nei confronti del nullatenente, il creditore privato a meno limiti, purchè sia in grado di scoprire dove la persona debitrice occulta il suo patrimonio.

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE: LE CARATTERISTICHE DEL NULLATENENTE

Ma chi è il vero e proprio nullatenente?

Può definirsi nullatenente chi:

  • non ha beni immobili intestati fatta eccezione la prima casa di residenza;
  • non percepisce stipendio o canoni da locazione;
  • ha solo la pensione minima;
  • non possiede nessun diritto per risarcimento danni;
  • non percepisce una pensione di invalidità;
  • non possiede obbligazioni o titoli bancari;
  • non è intestatario di un conto corrente bancario o postale, anche se in rosso;
  • non ha diritto al pagamento di crediti;
  • non possiede automobili o altri veicoli eccezione fatta per il mezzo di trasporto che usa per l’impresa o professione.

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE: COME COMPORTARSI

Quali sono le aspettative di un creditore nei confronti di un cittadino nullatenente o per meglio dire cosa è possibile pignorare ad un vero nullatenente?

Come prima cosa, verificata la condizione di vero nullatenente, il creditore può fare ben poco se non aspettare che il soggetto debitore nullatenente riceva un’eredità, si metta a lavorare o percepisca una pensione. ricco. In questo caso il creditore potrà effettuare un secondo pignoramento, facendo attenzione a non far cadere in prescrizione il credito:

  • 10 anni se deriva da un contratto;
  • 3 anni con professionisti;
  • 5 anni per origine da danni od altri illeciti.

Potrà quindi inviare ad intervalli regolari una diffida di pagamento tramite Raccomandata A/R o PEC.

In ultima analisi, se un soggetto è realmente nullatenente diviene completamente impignorabile, ma, attenzione, non è sempre così.

Da prendere però in considerazione la presenza di beni nascosti di cui il creditore non può venire a conoscenza come il possesso di oggetti di valore, denaro in contante etc.

Ecco che il creditore potrebbe richiedere un pignoramento mobiliare. Questa operazione per il recupero del credito però è molto rischiosa, perché se l’ufficiale giudiziario incaricato non reperisce alcuna cosa di valore, questa richiesta non potrà più essere inoltrata una seconda volta.

Tra i beni mobili che non possono essere pignorati ci sono:

  • oggetti sacri;
  • abiti;
  • fedi nuziali;
  • letti;
  • armadi;
  • tavoli e sedie necessari per consumare i pasti;
  • frigoriferi;
  • cassettoni;
  • stufe;
  • lavatrice;
  • cucina ed utensili per la casa.

Quindi tutto ciò che è indispensabile per la vita e che ha valore personale.

In ultimo è bene ricordare che il creditore può accedere al pignoramento di un quinto dello stipendio o della pensione di cui un nullatenente è titolare.

PIGNORAMENTO DEL NULLATENENTE INFO LINE: +393405769116

Per approfondire questo argomento naviga nel canale YouTube di Europol Investigazioni

europol investigazioni esperienza

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL – Titolo –Pignoramento del nullatenente-, in www.europolinvestigazioni.com

La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la redazione online né Europol S. r. L.. Non prendere mai decisioni fiscali o giuridiche senza prima avere consultato un avvocato od un commercialista esperto nella materia.

Articolo aggiornato al 05 Dicembre 2021

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]