Controllare dipendente infedele? Sì, ma la testimonianza dell’investigatore privato deve essere molto dettagliata

CONTROLLARE DIPENDENTE INFEDELE ? SI MA LA TESTIMONIANZA DELL’INVESTIGATORE PRIVATO DEVE ESSERE MOLTO DETTAGLIATA

INFO LINE INDAGINI AZIENDALI PER CONTROLLO DIPENDENTI INFEDELI: +393405769116

 

Controllare dipendente infedele ? Sì, ma la testimonianza dell’investigatore privato deve essere molto dettagliata, ragione in più per scegliere un’agenzia investigativa in possesso di regolare Licenza di Pubblica Sicurezza, strutturata e con consolidata esperienza nel settore delle indagini aziendali.

Articolo a cura di Europol Investigazioni, società specializzata in business informations

Con la Sentenza di Cassazione Civile sezione Lavoro 1329 del 21 gennaio 2013, la Corte d’Appello di Roma condanna una società al pagamento delle retribuzioni di una lavoratrice, già licenziata, e al reintegro della ricorrente nel posto di lavoro.

Il licenziamento era stato determinato a seguito di alcuni controlli predisposti dalla società datrice di lavoro e volti ad accertare l’effettiva presenza della dipendente presso il Centro Termale ove avrebbe dovuto effettuare delle cure, avvalendosi di permessi retribuiti.

Tali controlli erano stati commissionati ad investigatori privati i quali recatisi a giorni alterni presso il Centro Termale, in possesso unicamente di una foto della dipendente, avevano relazionato di non averla mai notata all’interno del Centro Termale stesso.

La corte di secondo grado motivava la propria decisione sul rilievo della scarsa attendibilità, sotto il profilo probatorio, delle testimonianze rese dagli investigatori privati, a fronte della produzione di certificazioni rilasciate dal Centro Termale e delle testimonianze dei dipendenti del centro suddetto, che comprovavano al contrario, la fruizione delle cure.

Avverso la sentenza della Corte d’Appello di Roma, la Società datrice di lavoro ricorreva dinnanzi alla Suprema Corte di Cassazione, basando l’impugnazione su due motivi:

• L’erronea valutazione delle prove raccolte grazie ai controlli disposti dal datore di lavoro, in considerazione della piena legittimità dei pedinamenti e delle attività investigative poste in essere nei confronti della lavoratrice dipendente, posto che tali attività investigative esulano dal campo applicativo dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori, che pone dei limiti esclusivamente con riguardo alla sorveglianza strumentale sull’attività lavorativa. Nel caso specifico i controlli erano stati posti in essere durante i permessi lavorativi retribuiti e pertanto al di fuori dell’attività stessa;
• L’erronea valutazione, da parte del Giudice, degli elementi probatori acquisiti in fase istruttoria, i quali consentivano di supportare la piena legittimità del licenziamento.

Della questione veniva investita la Suprema Corte, la quale respingeva il ricorso, evidenziando che il gravame si sostanziava in censure, mirate a sollecitare una rivisitazione del merito, non consentita nel giudizio della Suprema Corte di Legittimità.

Ciò nonostante, dalla lettura della sentenza 1329 21 gennaio 2013 della Corte di Cassazione, è possibile ricavare l’ulteriore conferma della propria aderenza all’indirizzo interpretativo meno restrittivo, che propende per il riconoscimento della legittimità dei controlli posti in essere da parte di terzi (investigatori privati) sulla condotta del lavoratore dipendente, al di fuori dello stretto ambito lavorativo, ove lo stesso sia finalizzato alla tutela di beni estranei al rapporto stesso.

In estrema sintesi, dunque: il datore di lavoro può far controllare il dipendente in permesso per le cure termali, se ha il sospetto che se ne avvalga per altri scopi, ma gli investigatori privati dovranno essere altamente professionali, non limitandosi a sporadici controlli superficiali, come nel caso di ispecie, se si vorrà procedere con un licenziamento per giusta causa, tramite uno Studio Legale esperto in materia, senza timore, ad esempio, di reintegri.

L’Agenzia Investigativa EUROPOL fornisce consulenza investigativa e precise e puntuali indagini, valide in giudizio, per scoprire fenomeni di assenteismo dei lavoratori, richiedi subito un preventivo chiamando lo +390532206836
Europol Investigazioni lavora sull’intero territorio nazionale ed estero, senza nessuna limitazione geografica, ed allo stesso costo in tutta Italia.

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL – Titolo –Controllare dipendente infedele? Sì, ma la testimonianza dell’investigatore privato deve essere molto dettagliata-, in www.europolinvestigazioni.com

Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id:

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]