Legge 104 abuso dei permessi retribuiti ex art. 33

LEGGE 104 ABUSO DEI PERMESSI RETRIBUITI EX ART. 33

INFO LINE INDAGINI SULL’ABUSO DELLA LEGGE 104/92: +393405769116

Legge 104/92 abuso dei permessi retribuiti ex art. 33 : quanto spesesso se ne abusa? Scopriamolo. L’articolo 33 della Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale ed i diritti delle persone handicappate (Legge 104/92 così come modificata dalla Legge 53/2000, Legge 183/2010 e dal D. Lgs, 119/2011) disciplina le agevolazioni riconosciute ai dipendenti gravemente disabili ed ai dipendenti che assistono un familiare portatore di grave handicap.

Articolo a cura di Europol Investigazioni, società specializzata in business informations

Le definizioni indicate nell’art. 1 della Legge 104/92 chiariscono che “è persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione” e che sussiste situazione di gravità “qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione“. Il portatore di handicap che richiede o per il quale si richiede il permesso retribuito ex art. 33 L. 104/92 non deve essere ricoverato a tempo pieno in una struttura specializzata.

Ai sensi della Legge 104 del 1992, al dipendente disabile spettano, per riposo, tre giorni al mese di permesso retribuito, frazionabili in riposi giornalieri di una o due ore.
Al dipendente genitore o familiare di persona portatrice di grave handicap, per l’assistenza a quest’ultimo, spettano in linea di massimo tre giorni di permesso mensile, ma a seconda dell’età e del grado di parentela ci possono essere delle variabili. I permessi al dipendente familiare di persona portatrice di handicap sono consentiti unicamente con la finalità di assistenza al familiare handicappato.

Chiunque richieda al proprio datore di lavoro anche un solo permesso retribuito ex art. 33 L. 104/92 per finalità diverse da quelle previste dalla legge stessa, l’assistenza, può essere perseguito anche penalmente per il reato di truffa ai danni dello Stato e ai danni del proprio datore di lavoro.

Ogni abuso della Legge 104 costituisce un onore ingiusto nei confronti di tutti, non solo dell’azienda datrice di lavoro, dello Stato e di tutti i portatori di handicap, ma anche di tutti i cittadini onesti che, senza tanti giri di parole, alla fine pagano di tasca loro persone retribuite per andare a caccia, a pesca, in bicicletta, in campagna, in montagna, in palestra, a correre, in discoteca, in vacanza, in gita, al mare, in collina, al lago, a fare un secondo lavoro in nero…. ovunque tranne che ad assistere il familiare handicappato.

Conclusione: Agire contro l’Abuso dei Permessi Legge 104

L’abuso dei permessi retribuiti ex art. 33 della Legge 104/92 non è soltanto un atto illegale, ma rappresenta anche un’ingiustizia verso chi realmente necessita di queste agevolazioni per affrontare le sfide quotidiane legate alla disabilità. Questo comportamento scorretto minaccia l’integrità dei sistemi di assistenza e di integrazione sociale predisposti per le persone con handicap e le loro famiglie, sottolineando l’importanza di un uso responsabile e conforme alle normative dei permessi concessi.

Se sospetti che vi sia un abuso dei permessi retribuiti concessi dalla Legge 104/92 all’interno della tua organizzazione o nel tuo ambiente lavorativo, è essenziale agire con prontezza e responsabilità. Contattare Europol Investigazioni significa affidarsi a professionisti esperti nell’indagine su possibili abusi, garantendo così il rispetto delle normative vigenti e la tutela dei diritti dei lavoratori disabili e dei loro familiari. Non esitare a richiedere una consulenza legale o investigativa per assicurare che i permessi siano utilizzati correttamente, contribuendo a mantenere un ambiente lavorativo equo e giusto per tutti.

Ricorda, proteggere l’integrità dell’assistenza alle persone con disabilità è responsabilità di tutti. Agendo contro l’abuso dei permessi, contribuisci a costruire una società più inclusiva e giusta.

L‘Agenzia Investigativa EUROPOL fornisce consulenza investigativa ed anche consulenza legale, tramite Studi di Avvocati convenzionati, richiedi subito un preventivo chiamando lo +390532206836

Siamo operativi indifferentemente sull’intero territorio nazionale, agli stessi costi. Rivolgiti ad Europol Investigazioni per verificare se il tuo dipendente abusa dei permessi di cui alla legge 104/92.

Unisciti alla nostra community su YouTube per restare aggiornato sulle novità in materia internazionale e molto altro!

Iscriviti a Europol Investigazioni

europol investigazioni esperienza

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.europolinvestigazioni.com
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.europolinvestigazioni.com che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.europolinvestigazioni.com è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Europol Investigazioni SRL – Titolo -Recupero Crediti Italia: i servizi di Europol-, in www.europolinvestigazioni.com

La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la redazione online né Europol S. r. L.. Non prendere mai decisioni fiscali o giuridiche senza prima avere consultato un avvocato od un commercialista esperto nella materia.

Articolo aggiornato al 07 Febbraio 2024

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Leggi di più sui cookie Informazioni sulla Privacy

Consenso fornito in data: id:

Informazioni sulla Privacy Leggi di più sui cookie
Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Dettagli cookie presenti su questo sito web

: Preferenze, Marketing, Altro

Insurance Quote

Errore: Modulo di contatto non trovato.